TRIBUNALE DI MODENA

Categoria:
Cessione di azienda
Data:
21/09/2016
0,00

Si rende noto che, con distinti provvedimenti depositati in Cancelleria il 29 luglio 2016, il Tribunale di Modena ha disposto l’apertura di una procedura competitiva ex art. 163-bis l. fall. avente ad oggetto la cessione al migliore offerente, in un unico lotto, del ramo d’azienda relativo alla produzione di materiale per l’imballaggio di prodotti farmaceutici di proprietà della Lamp San Prospero s.p.a. e del complesso immobiliare sito in San Prospero (Modena) di titolarità della Vima Holding s.p.a. (nonché, a seguito dell’avvenuto perfezionamento della fusione per incorporazione della seconda nella prima, della sola Lamp San Prospero).

L’udienza per l’esame e la deliberazione sulle offerte e per l’eventuale gara tra i più offerenti è fissata per il giorno 21 settembre 2016, ore 13.15, presso il Tribunale di Modena.

Il compendio aziendale oggetto della procedura competitiva è costituito dai seguenti beni: complesso immobiliare sito in San Prospero (Modena), Via della Pace, n. 26; attrezzature e macchinari; rimanenze di magazzino; alcuni contratti pendenti; rapporti di lavoro con n. 49 (quarantanove) dipendenti.

Sono esclusi dal perimetro della cessione i debiti della Lamp San Prospero relativi al ramo d’azienda, che rimarranno ad esclusivo carico della predetta società. Le formulande offerte dovranno altresì contenere, da un lato, l’impegno ad acquistare le rimanenze di magazzino (il cui valore alla data del 30 giugno 2016 era pari a euro 693.590,00, da conguagliarsi in  base all’effettiva consistenza delle rimanenze presenti all’atto della consegna dell’azienda), dall’altro, la disponibilità ad accollarsi alcune passività maturate nei confronti dei dipendenti, sino alla concorrenza dell’importo di euro 500.000,00. Non sono ammesse offerte in tutto o in parte subordinate a qualsivoglia condizione tesa a limitarne o escluderne in tutto o in parte l’efficacia.

Prezzo base complessivo (con esclusione delle rimanenze di magazzino: euro 6.000.000,00 (seimilioni/00)

Aumento minimo: euro 300.000,00 (trecentomila/00).

Prezzo complessivo oggetto di offerta migliorativa minima: euro 6.300.000,00 (seimilionitrecentomila/00);

Rilancio minimo in caso di gara:euro 50.000,00 (cinquantamila/00). La vendita del lotto è soggetta a imposizione secondo le disposizioni tributarie vigenti.

Per ulteriori informazioni e dettagli, contattare il commissario giudiziale prof. avv. Stefano Ambrosini, con studio in Torino, Via Cernaia, n. 15 (Tel. 011 50.69.822 – Fax 0461 26.49.64 – E-mail info@studio-ambrosini.it).

Il commissario giudiziale prof. avv. Stefano Ambrosini

Categoria: Cessione di azienda